venerdì 11 dicembre 2009

Like a virgin, per tutte le volte che vuoi, a solo $39.90 !



Rullino i tamburi!
Donne! Vi siete accoppiate furiosamente per anni, ed ora volete farvi passare per caste vergini immacolate?
LA SOLUZIONE C’E’! E costa solo $39.90!
Dal giappone arriva il prodotto definitivo: un “simulatore di imene”!
Chissà se quando Madonna ha scritto “Like a Virgin” pensava proprio a questo articolo...
Non ho idea di come sia fatto, visto che l’immagine che mostrano sul sito www.gigimo.com raffigura solamente una pregiata scatola contenente una bustina argentata, ma sicuramente questo ritrovato della tecnica aiuterà tutte voi, amiche deflorate, a ritrovare l’originaria purezza.
La descrizione dice “Non preoccupatevi più di aver perduto la verginità, con questo prodotto potrete avere indietro la vostra prima notte quando volete! Inserite l’imene artificiale con attenzione nella vostra vagina. Si espanderà un pò e vi farà sentire “strette”. Quando il vostro amante vi penetrerà, farà uscire un liquido che sembrerà sangue. Non ne uscirà troppo, giusto la quantità ideale. Aggiungete qualche lamento, qualche gemito e nessuno sospetterà niente. E’ facile da usare, clinicamente testato, non tossico e non ha effetti collaterali. Non è doloroso utilizzarlo ed è ipoellargenico.”

Caratteristiche del prodotto:
Facile da usare
Inseriscilo nella vagina 15-20 minuti prima del rapporto
Solubile ed espandibile grazie al calore corporeo
Clinicamente testato e non tossico
Non ha effetti collaterali, non è doloroso utilizzarlo
Made in Japan (non avevamo dubbi su questo)

Ora...sarei quasi curiosa di provare questo fantastico prodotto.
Non riesco ad immaginare quanto abbiano lavorato per creare questo Spielberghiano effetto speciale, un pò pulp a dire il vero, ma d’effetto!
Immaginate che bello utilizzarlo: dovrete congedarvi dal vostro Lui circa 20 minuti prima del rapporto (si, generalmente tutti concordiamo “lo facciamo alle 23.48”), correre in bagno ed inserire questa cosa dalla forma misteriosa (ricordiamo che in foto non si vede, peccato!) nella vostra vagina.
Improvvisamente sentirete qualcosa che si gonfia dentro di voi. No, non è una ciste ovarica, è l’imene artificiale!
Vi renderà più strette, secondo gli ingegnosi creatori (ma secondo me tuttalpiù contribuirà a restringere giusto una parte della vagina, e non certo quella “iniziale”, con un originale effetto “ad imbuto”!) e sarà li, pronto ad esplodere in uno splatterissimo spettacolo di sangue finto.
Nemmeno Romero sarebbe arrivato a tanto.
Ma ora, immaginiamo di continuare la nostra serata in intimità: adesso avrete il miracoloso imene artificiale dentro di voi e vi preparate all’amplesso (abbastanza in fretta, tra l’altro, perchè ...se dovesse scoppiare a penetrazione ancora non avvenuta sarebbe di cattivo gusto).
NO ai preliminari, chiunque dovesse avvicinarsi alla vostra vagina o peggio ancora toccarla si accorgerebbe che l’imene VERO è scomparso da tempo ed al suo posto c’è un’appendice farlocca piena di liquido rosso degno della più squallida carnevalata, dunque come una qualsiasi timida, impacciata e timorosa ragazza vergine vi adoprerete affinchè il vostro Partner vi penetri in fretta e con decisione (Cicciolina Docet), di modo da far scoppiare ‘sto benedetto articolo “dal giappone con furore”...
RICORDATE: durante la penetrazione (come da istruzioni) dovrete lamentarvi e gemere. Solo così il vostro compagno potrà rendersi conto di aver finalmente “varato” la vostra vagina.
Attenzione: non so come potrete giustificare l’apparente assenza di lesioni qualora il fortunato compagno di letto dovesse dare un’occhiata alle vostre pudenda.
Una volta terminata la farsa, potrete finalmente correre alla velocità del suono in bagno, per rimuovere ciò che resta dell’ ”ordigno sanguinolento” (sempre che non sia uscito involontariamente prima, e sarebbe difficile da spiegare...) e tornare dal vostro Lui con un bel sorriso stampato in faccia. No, non quello di una ragazza innamorata che ha appena donato la sua verginità ad una persona speciale, ma quello di una furba ragazza stronza che ha appena gabbato un povero coglione.

Uomini: qualora doveste deflorare una vergine e trovarle dentro un’articolo giapponese che secerne sangue, siete stati raggirati.
Dopotutto non dev’esser difficile per voi accorgervi che se durante il rapporto vi sembrerà di ballare la samba nel tunnel del Brennero durante la notte di Halloween (per il sangue, spero non per altro!) probabilmente la vostra Lei proprio vergine vergine non era.
Che aggiungere?

“Like a viiirgiiin...touched for the very first tiiime...or maybe the second. Or the third. Who knows?”



0 commenti:

Posta un commento

 

Sconsigli per gli acquisti Design by Insight © 2009
This template is brought to you by : allblogtools.com | Blogger Templates